Sscc'...!!! ci sono le Deliziose e un pò di chiacchiere




  No, non sono solo biscotti di pasta frolla, il loro nome racchiude, tutta la tradizione dei pasticceri Napoletani, che hanno saputo sfruttare al meglio la farina e lo strutto, creando un sapore "DELIZIOSO" e idilliaco, si trovano in tutte le vetrine, accanto a sua maestà il Babà, sfogliatelle, struffoli,
roccorò, mustacciuli... e tanto tanto altro ancora...!!
 tutto, si può dire di Napoli, ma nessuno può azzardare critiche, sulla cucina partenopea, mi spiace perchè oltre agli ingredienti,  ci si mette il cuore... i profumi e la gentilezza trovano, sempre, uno spiraglio nel tempo... non esiste un "non posso..." "ho da fare", e quando bussano, all'ora di pranzo in una giornata qualsiasi, si cerca una sedia, e si fa "accomodare..." e rivolgendosi verso il ragazzo più giovane della casa, gli si chiede quasi perententoriamente: "'prendi una sedia, e fai sedere il Signore,..." , e se per caso è un giorno di festa,  sul tavolo non può mancare "la guantiera.." messa li, coperta dalla carta bianca, quella spessa, quella che avvolge i profumi, e nasconde sempre prelibatezze, e i bambini, non aspettano altro che la loro mamma, scarti quel vassoio, per scoprire nell'interno un mare di dolci, ed è li gli occhi diventano grandi, le pupille si dilatano e ci si raccomanda alla propria pancia: "'Pancia mia, fatti capanna!! nota frase propiziatoria, di un noto cugino della sottoscritta.. eh!! Felì..!! ;)
con questo dolcetto, si può giocare d'anticipo, preparandoci la frolla, in tempo utile, quest'ultima viene impiegata in moltissime preparazioni, ed è tra gli impasti più facili da fare, ma, per una buona riuscita si devono eseguire alcuni accorgimenti, ci vuole un tempo per tutto e per far questo io ho un mio procedimento (ve lo svelo...!!)

  •  impastare sempre qualche ora prima, se non il giorno prima...
  • avvolgete l'impasto sempre nella pellicola, perchè al momento dell'utilizzo risulti soda e facile da stendere, in questo modo, eviterete, di usare eccessivamente durante la lavorazione  la farina, se ne usate troppa, l'impasto diventa duro, e perde la friabilità.. idem con la farina glutinosa.. vale per tutti!!
  • io aggiungo sempre un  cucchiaino di miele, così l'impasto assume un bel colore dorato durante la cottura..
  • il burro, non usatelo mai sciolto ma!! morbido, tiratelo fuori dal frigo qualche ora prima, in questo modo riuscirete a lavorarlo come vorrete, senza ricorrere al microonde...
  • se non potete usare le UOVA, potete sostituirle con del latte, e mai come in questo caso ricordatevi del cucchiaino di miele, che renderà la frolla, più colorata.....
  • le ricette per pasta frolla più "ricche" vi consiglio di usarle  per crostate e pasticcini
  • le ricette invece più leggere, usatele per biscotti o per foderare stampi



spero sia stato utile, adesso ritorniamo a noi.. parlando di DELIZIOSE senza glutine, perchè non vi sia, solo un modo di cucinare, non vi arrendete al io non posso mangiare il glutine, o altri alimenti,  se non c'è chi le fa per voi, fatele da soli/e, non c'è soddisfazione  più grande, di prepararsi da solo una guantiera di pasticcini, e poi offriteli a chi sostiene che il glutine, ha sapore, a chi pensa che il glutine sia insostituibile, a chi non ti chiede chiarimenti e consigli cercando di capire, ma arriccia il naso, e pensando  "poverino non lo può mangiare..!!", "a chi pensa meglio a te che a me",  a chi  cerca escamotage senza fondamenti togliendo impropriamente alimenti contenenti glutine dalla propria dieta, per farsì che non diventi intollerante, senza sapere che l'intolleranza alimentare o come in questo caso ad una proteina quale il glutine, sono una reazione immunitaria molto complessa, e si manifestano in soggetti geneticamente predisposti,  non c'è stoltezza più grande di chi pensa e crede queste cose, io  ne sono la prova, e mi accade di sentire  chi per pura superficialità,  giudica e  chi critica un qualcosa di cui, non sa neppure il significato, e tutto questo pensando nella sua presunzione che sia nel giusto, io godo a sentire certi discorsi, senza senso...!!  e proprio queste persone, sono quelle che mi danno l'input, quelle che mi spingono a studiare sempre di più!! 
Ma.... per mia fortuna, non incontro solo questo genere di personaggi, no!! ne sono intollerante!!!
 il mio cammino è pieno di persone, con le quali interagisco sulla stessa lunghezza d'onda, con le quali posso avere un confronto, su tanti argomenti....
"'e c'amma' fa' nun semu tutti uguali..!!!" per fortuna aggiungerei..
"la vita è una partita a scacchi. E la vittoria, non è mangiare il Re, ma mantenere la Regina in gioco..." ;)


ah!! dimenticavo, un consiglio quando si parla, bisogna farlo sempre con cognizione di causa, a un buon intenditor bastano poche parole... Ma, vuole  tanti fatti...!!



 
 La ricetta originaria, quella napoletana Doc, io l'ho trovata qui, sul forum di Gennarino.org, scritta dalla preziosa Rimmel, è a lei che mi sono ispirata, e  alla quale vanno i miei applausi, per questo regalo che fa a tutti, anche agli scettici, prevede lo strutto, ma le farine senza glutine, non lo sopportano tanto, "'se sent...!!" ,  e oltre al sapore forte, ne risentirebbe anche la bilancia e la capanna di cui sopra, diventerebbe troppo ingombrante così usiamo il burro, moderatamente... 

la frolla che ho usato:
(tutti gli ingredienti sono gluten-free, ma per essere consumati devono essere presenti nel prontuario dell'AIC o contrassegnati con il simbolo della spiga sbarrata, o certificati dalla Ditta Produttrice..)
 250g di farina mix per Dolci
10g di farina di mandorle
125g di burro morbido
100g di zucchero
1 pizzico di lievito per dolci
1 uovo
1 cucchiaino da caffè di miele

Lavorare la frolla come d'abitudine e farla riposare in frigo almeno 2 ore, ricordatevi i consigli di cui sopra.. appena pronta stendetela e ricavate dei dischetti, con il coppapasta e infornate a 170° per 15m.
ricordate che la pasta è molto sottile, perciò controllate la cottura, basterà poco per farle cuocere... 

vi lascio anche una base SENZA uova-burro-glutine perchè chi è intollerante possa gustare senza rinunce e poche nasi arricciati...
(tutti gli ingredienti sono gluten-free)
250 g di farina mix per Dolci  oppure ---> (100 gr di farina di riso, 75 gr di amido di mais , 75 gr di fecola di patate)
125 g di zucchero di canna grezzo
70 g di olio e.v.o
65 g di acqua
6 g di lievito
vaniglia
1 cucchiano di miele 
il procedimento, è identico ad una comune frolla, fate la fontana di farina, unite l'olio, lo zucchero di canna, il cucchiaino di miele, l'aroma, graduatamente l'acqua, il lievito e iniziate ad impastare con le punta delle dita, cercando di non smontare la fontanella, ma prendendo la farina che vi serve dal basso e a pizzichi, fino ad amalgamarla tutta, formate una palla e lasciatela riposare almeno 30'm...
poi procedete con la stesura, e formate dei dischetti di frolla...
ma, può essere usate anche per crostate, biscotti...





 nel frattempo, preparatevi la CREMA al BURRO 
è una crema che serve a decorare le torte come PdS, torta paradiso o cupcake e piccola pasticceria, è una crema da gustare anche da sola come dessert, è morbidissima e può essere arricchita con vaniglia, cioccolato o colorarla con dei colori alimentari.. a Napoli si direbbe "'è nu' Babaà!!" io l'ho trovata in questo delizioso blog, un post fatto a regola d'arte, utilissimo e pieno di indicazioni...

CREMA AL BURRO
125 gr. di burro a temperatura ambiente
250 gr. di zucchero a velo
vaniglia o altro aroma a piacere
Procedimento: montare a crema il burro con le fruste ed incorporavi piano piano lo zucchero a velo aumentando gradatamente la velocità, infine aggiungere l'aroma scelto....
grazie mille Sarah

  








             poi assemblate i dischetti di frolla e la crema cospargete di abbontante zucchero a velo, e se vi piace rotolatele nella granella di nocciole, e poi deliziatevi con i sapori..
vi lascio e buon appetito a tutti!!



l'ha provata Ellen di paneamoreeceliachia... grazie =)

30 commenti:

  1. Ma che post dettagliato, e soprattutto va venire una voglia spaventosa di prepararseli subito :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Stefania, era necessario dire e puntualizzare...
      provali non rimarrai delusa!!

      Elimina
  2. Anna, ti adoro, adoro il tuo post, scritto così bene, così vero e così prezioso! Meno male che esistono persone come te, che non si arrendono e che danno i loro preziosi consigli, perle, a tutti, senza spocchia!
    Proverò i tuoi biscotti, contaci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Prof....
      senza spocchia!!! continuerò ^_^

      Elimina
  3. Ti adoro, veramente. Non solo per i bellissimi dolcetti che hai preparato e per quello che hai detto sulla cucina partenopea.. assolutamente vero (il mio ragazzo è di Ercolano) e posso confermarlo. Ma condivido appieno anche quello che hai detto sulle intolleranze e sull'approccio che ha la gente nei loro confronti: io di intolleranze e allergie ne ho mille.. e la voglia di fare, di studiare, di documentarmi, non mi è mai mancata. E non credo sia così difficile farsi mancare qualcosa, con un po' di volontà. Mi piaci. Bravissima tesoro.. e grazie per questa ricettina che deve essere proprio deliziosa!! Un abbraccio e buona giornata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely, sono i miei posti, i miei luoghi come potrei non dedicargli un pò del mio tempo, così per non farmi dimenticare certe cose.... e portarle con me nel mio viaggio...

      Elimina
  4. Sei bravissima, spettacolare come al solito! Voglio 3 guantiere (anche noi lo diciamo in Puglia) di Deliziose :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna... ok!! ti segno, c'è già una piccola lista, perciò devi attendere =)
      baci e buona giornata

      Elimina
  5. Ciao Anna! Ti ringrazio per la citazione e aggiungo subito il tuo blog ai miei preferiti! E' veramente bellissimo complimenti!! Buona settimana.. Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Sara, la citazione era d'obbligo, la ricetta è tua ^_^
      verrò spesso a sbrirciare il post delle creme al burro... è fatto in maniera eccellente!

      Elimina
  6. Molto belle queste deliziose! Io le avrei chiamate tenerezze, perchè sono tenere e morbide ma con carattere. Per tutto il resto che dire? mi piacciono le foto, mi piace la storia, mi piacciono i ricordi, mi piace l'intolleranza, sono intollerante anche io ;-) ma il divertimento più grande che ho nell'essere intollerante è stupire...no quello mi viene così perchè so chaltron woman ;-)
    Brava brava e deliziosa come sempre cara Anna♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tenerezze? si si può fare... =)

      Elimina
  7. Io sono passata (via pinterest) ho letto (con molto piacere)ho annotato (questa sera blinis e chissà domani per merenda questi splendori dell'ultimo post)e non ho potuto fare a meno di fermarmi!!
    Complimenti per il tuo blog....ciao e a prestissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao e piacere di conoscerti^_^
      ti sono piaciuti i blinis? spero prorpio di si..
      prova anche questa ricetta e vedrai ne rimarrai rapita...
      ciao e spero a presto

      Elimina
  8. Non le ho mai fatte, ma conoscendo Antonia, devono essere strepitose!
    Anche nella tua versione, ovvio!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Gaia, provale ti verrano divinamente..

      Elimina
  9. Ciao Annarella.... anche io, da buona campana, amo le ricette partenopee!
    In merito al fatto che molte persone escludono il glutine dalla propria dieta... che dire sappiamo bene che sono povere di spirito e che ciò è sintomo di grande ignoranza!!!!
    Questo dolce non lo conoscevo... proverò anche io e grazie sempre per le tue chicche!
    :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fata,
      so che ti piace la cucina partenopea e che sei un eccellente cuoca, appena ti arriva la cucina nuova, ci mettiamo all'opera =)
      siamo in arrettrato..

      Elimina
  10. Che meraviglia Anna. Per caso mi ritrovo della crema al burro già fatta in frigo. Sto già sognando i tuoi biscotti. Ora che i pupi fanno la penichella, mi metto all'opera. Bellissime anche le foto!
    A presto, Ellen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ellen, hai provato? dimmi di si!! sono strepitose..^_^

      Elimina
    2. Sono tornata per dirti che la tua ricetta per la frolla è venuta super-super-buona! Nel mio post di ieri ho messo le foto dei biscottini (alla fine senza farcitura) e ovviamente ho citato il tuo illuminante post!
      Grazie, ti abbraccio,
      Ellen

      Elimina
    3. grazie, per averla provata adesso arrivo a leggerti.. e poi aggiornerò il post con il tuo link ^_^
      buon fine settimana

      Elimina
  11. Grazie cara, da buona Campana non posso non amare le nostre mitiche deliziose!! :-)
    Grazie per aver partecipato, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te per la bell'idea che hai avuto...

      Elimina
  12. Insomma, se anche mi fossi solo fermata a leggere la prefazione avrei già lì potuto affermare: "Son proprio da provà!".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi spiace, mi sono un pò dilungata =P
      ma provali, così mi perdoni...

      Elimina
  13. Bellissimi i tuoi dolcetti, complimenti Anna. Buon pomeriggio Daniela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non solo belli, ma anche saporiti ^_^

      Elimina
  14. io sono nata a Napoli e quando parlo di questi dolci qui a Milano dove vivo non li conosce nessuno : ( Brava per averli rispolverati, facciamoli conoscere, perchè, diciamocelo, sono buoni da morire!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. rispolveriamo il più possibile, la tradizione napoletana è un piccolo bijou...^_^

      Elimina

se ti va lascia una traccia del tuo passaggio, un tuo commento o un semplice saluto.....
però ricorda che, i commenti anonimi non sono graditi...
... se non hai un account blogger, clicca su nome/url e lasciami il tuo parere....grazie

Ann@