23 maggio, 2012

"Ho messo ad asciugare le meringhe al sole...



...ho messo ad asciugare le meringhe al sole e le parole le ho stese al vento, cosicchè possano arrivare lontano, fino ad arrivare lì, dove vorrei tanto che fossero racchiuse, nel posto più lontano che c'è...

però, non so ancora quale delle due preparazioni sia stata più difficile:
 
La meringa:
 il dolce mono dose, ricetta semplicissima, ma dal carattere difficile, si sente un pò prima donna, va trattata con delicatezza dall'inizio alla fine... ma ha una caratteristica, se la tratti con irruenza, si offende e non da il meglio di se...
ma.... 
se invece gli dedichi cinque minuti di delicatezza, bè!!! allora si sentirà tutta fiera e  nel forno quando meno te l'aspetti, si gonfierà come una nuvola bianca, come la neve...
Le parole:
 invece sono dispettose, giocano a nascondino, ma se le fermi, su un foglio e le imprimi con inchiostro indelebile, allora stai pur certo, che non ti tradiranno mai, perchè l'inchiostro, segna una linea,  al di là della quale non si può andare...
finchè un giorno...
 aprendo un libro, potrai trovare parole di burro, parole di saggezza, parole d'amore, parole di rabbia, di comprensione, di istruzione... e tante tante parole che saranno in grado di  guidarti, passo passo verso la  realizzazione di un qualcosa, una qualsiasi cosa.
e... lo scorrere degli occhi, e del dito indice, ti faranno capire che quel foglio, quel rigo, quelle parole... ti aprono una porta al confine tra sogno e realtà...
 


Meringa  pag.862 "Cucchiaio D'Argento"
per 20 meringhe
5 albumi
200g di zucchero a velo

Montate a neve ferma gli albumi e con delicatezza incorporate lo zucchero, mettete un po' di albume montato in una tasca da pasticciere e formate dei dischi, distribuendoli sulla piastra del forno, ricoperta con carta da forno.
Preriscaldate il forno, a 150°, poi appena riducete il calore al minimo, io le ho lasciate un'oretta a 100° statico, perchè non devono cuocere, ma solo asciugarsi...  ricordatevi di tanto in tanto di aprire lo sportello del forno, in modo da far uscire il vapore accumulatosi all'interno....



       






Note Personali: controllate e modificate la ricetta in base alle vostre esigenze alimentari, alcuni alimenti a rischio per essere consumati devono essere presenti nel prontuario dell'AIC o contrassegnati con il simbolo della spiga sbarrata, o certificati dalla Ditta Produttrice..

11 commenti:

  1. Risposte
    1. grazie Gaia...
      ho scoperto una nuova passione...

      Elimina
  2. come sono "ariose"..sembrano delle nuvole!
    Brava ciccetta! Smack! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ariose e bombe!!!
      ^_^ ciao

      Elimina
  3. che belle meringhe tesoro, bravissima....

    RispondiElimina
  4. luciana b.21:36

    Non solo le foto e le meringhe sono bellissime,ma quello che lei ha
    dentro e riesce ,con il suo scrvere armonioso,suggestivo a trasmetterci
    certe sensazioni.Grazie,sei veramente brava. Luciana Bonavita

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Bellissimissime le foto delle meringhe Annarella :-) e come al solito confermo anche la bontà perché mi dai il piacere di assaggiare ogni tua nuova ricetta :-P
    Bravissima come sempre, la tua passione per il blog traspare al punto tale da renderlo perfetto.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  7. una peperina questa meringa :D un po' viziata da tutti sempre coccolata :) sono venute molto bene ^_^

    RispondiElimina
  8. Sei sempre molto poetica! :*

    RispondiElimina
  9. @RAffy @Gra, @Erica @Stefy ^.^ ^.^ ^.^

    RispondiElimina

Ciao, mi chiamo Anna e benvenuto sul mio blog, cucino-parlo-fotografo-collaboro, tutto senza glutine...
mi sono trasformata in una mamma-free, pronta a debellare una proteina capricciosa...!!!
collaboro come freelance a diversi progetti legati al food #free...
Se vuoi collaborare con me... visita la pagina Partenes