25 febbraio, 2012

'o Calascione...e non chiamatelo Pizza di verdura..

Lo scartiamo insieme?



si tratta di un Calascione e non chiamiamolo semplicente Pizza di verdura, si potrebbe offendere...!!!
chi è campano sa già di cosa parlo, per chi non lo ho è gliene descriverò io le delizie di un impasto semplicissimo, quale quello per la pizza, e un ripieno che sa di tradizione, di profumi lontani, di sapori goduriosi, l'eccelenza del gusto si sente già al primo boccone...
 
farina Bi-Aglut 150 g. ----->  per la versione glutinosa usate 150g di Farina OO
fecola di patate 50 g.
sale 6 g.
lievito 15 g. (a seconda della temperatura)
2 cucchiai di fiocchi di patate--> ho preso spunto qui una salentina DOC :)
acqua 150 cl.

...ho sciolto il lievito dentro l'acqua tiepida e amalgamato le farine messo il sale,  e impastato prima dentro una ciotola capiente...
e poi ho continuato a lavorare  l'impasto sulla spianatoia, formando un panetto liscio.. e lo messo a lievitare per 2 ore in una ciotola chiusa ermeticamente, cosicché la lievitazione non venisse ostacolata dalle correnti d'aria.

per il ripieno
ho lessato la scarola e condita con olio, aglio e sale.. avrei messo anche del peperoncino.. ;P ma!!1 siccome l'hanno  anche mangiata i bambini allora ho evitato, ma da quel tocco in più...!!!



appena l'impasto è raddoppiato, ho steso la pasta con il matterello fino ad uno spessore di circa 1 cm e dandogli una forma rettangolare, leggermente stretto nella parte centrale, messo poi sulla placca rivestita di carta da forno...  ho distribuito la verdura al centro dell'impasto, e ho spennellato la superficie con l'uovo... con il resto dell'impasto rimanente ho formato un altro rettangolo, e l'ho appoggiato sull'impasto e saldato bene i bordi, premendo con le dita e poi con la rotella taglia pizza ho tagliato la pasta in eccesso... :P
con la pasta rimanente ho fatto l'etichetta.. scrivendo il nome con i pezzettini di pasta che erano sparsi sulla spianatoia.. spennellato tutto con l'uovo un po' di olio Evo e via in forno per 15-20m ventilato...
Buon Appetito----> Servitelo  caldo caldo

Postilla :* vi lascio anche questa di ricetta è Glutinosa quindi mi raccomando non confondiamola, :) ma!!! questo blog vuole che tutti alla stessa tavola mangino le stesse cose sia Glutinose che Sglutinate.. perchè io credo fermamente che non è un semplice ingrediente a nutrire l'anima, ma, bensì la gioia di sedersi gomito gomito e ridere, mangiare, parlare, raccontare un qualcosa di magico che ha fatto si che quella giornata sia stata splendida...
500g di farina
 lievito un cubetto
cime di rapa o   scarola lessate
 olive nere
alici sott'olio
olio Evo
peperoncino
sale
si prepara l'impasto e si fa fa lievitare circa 1 ora e mezza o 2 ore a seconda della stagione
appena lievitato si divide in due l'impasto, poi si stendono e su un impasto si adagia la scarola poi si ricopre con l'altro e si chiude arrotolando i bordi su se stessi.
Si spennella d'olio evo e si fora con una forchetta in più punti.
 Buon Appetito----> Servitelo  caldo caldo

Note Personali:
controllate e modificate la ricetta in base alle vostre esigenze alimentari,  alcuni  alimenti a rischio per essere consumati devono essere presenti nel prontuario dell'AIC o contrassegnati con il simbolo della spiga sbarrata, o certificati dalla Ditta Produttrice..

9 commenti:

  1. mamma miaaaaaaaa!!! è pazzesca...tesoro mio la voglio provare assolutamenteeeeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era buona.. l'idea di mettere i fiocchi di patate è stata eccezionale*.^

      Elimina
  2. non avevo idea di cosa fosse... ora capii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono enigmatica ultimamente..:*

      Elimina
  3. Lo conoscevo come pizz' e scarole e scusa se non so gli accenti, io più che chiamarlo me lo mangerei punto. Scappo che gli esperimenti gastronomici mio chiamano Baci baci♥
    PS mi ricordi che ricetta dovevamo rifare io e te come esperimento??? o sono fuori come un balcone e mi ricordo male???

    RispondiElimina
  4. Ciao Fabiana.. :) si è buona anche come 'a pizz è scarola.. :P
    spero che i tuoi esperimerimenti siano riusciti... anch'io sono reduce da un esperimento, nn so se hai visto, le prove sono su FB!!!
    la ricetta? ma certo hai ragione, mi ero persa ma, nn dimenticata eccola è questa: le frittelle all'anice di nonna Anna di Gabriella,. amicafoodblogger, di lunga data mi ha visto crescere e cambiare mille template.. :P vero Gabry?
    ma queste frittelle che io conosco sono l'essenza del gusto.. ti lascio il link e ti presento Gabriella e il suo blog: http://ilprofumodellemadeleines.blogspot.com/ il nome è già sinonimo di garanzia...
    il link della ricetta da trasformare è : http://ilprofumodellemadeleines.blogspot.com/2012/01/i-dolci-della-memoria-le-frittelle.html?spref=fb... ci sentiamo e buon inizio di settimana...!!!
    ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e non dimenticherò i tuoi consigli e il tuo aiuto per i mille cambiamenti anche del mio template!! :))) Sei troppo dolce, Anna, non mi stancherò mai di ripetertelo!! grazie!!!! :* :* :* :*

      Elimina
  5. ma che delizia!!! ma sei troppo brava!!! baci :-XX

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Sonia, se fossi più vicina verrei volando al corso.. vi auguro una folla immensa e un bacio anche ad Elena, per questa nuova avventura...!!! chissà mai che un giorno faccia Milano -Palermo... non mi pongo più limiti ma solo obbiettivi.. ^.^ e se hai bisogno di un aiutante chiamami...:)

      Elimina

Ciao, mi chiamo Anna e benvenuto sul mio blog, cucino-parlo-fotografo-collaboro, tutto senza glutine...
mi sono trasformata in una mamma-free, pronta a debellare una proteina capricciosa...!!!
collaboro come freelance a diversi progetti legati al food #free...
Se vuoi collaborare con me... visita la pagina Partenes