25 marzo, 2011

e.... "Se fossi una ricetta?" sarei... La lasagna della domenica

e.... "Se fossi una ricetta?" sarei...

La lasagna della domenica

...perchè? Perché dentro si sono profumi di festa, di armonia, dello stare insieme in un giorno spensierato, c'è tutto un rito prima, si devono preparare gli ingredienti, quelli veri... la lasagna non è piatto che riesco ad adattare io faccio quella mia, quella che vorrei essere, quella che desidero quando la nostalgia mi raggiunge, quel piccolo sentimento che mi fa stare male, che fa venire voglia di profumi di casa mia, di quando la domenica di festa, mi svegliavo con calma, con il sorriso scendevo giù e per le scale si sentiva il profumo del sugo che lentamente cuoceva nel tegame di coccio "e questa è cosa seria.... "

poi..
cresci e assapori ma alcune cose devono essere sempre le stesse....
e io da Campana cerco di portare nel piatto lombardo, fraganze lontane
con
500g di lasagna  (¶)
500g di mozzarella di bufala "in realtà ne serve di meno, ma la differenza serve a me per mangiarla durante la preparazione...."
4 uova lesse
500g di carne trita
sugo bio
olio evo
grana qb
(Gli ingredienti con il simbolo (¶) sono alimenti a rischio per essere consumati devono essere presenti nel prontuario dell'AIC o contrassegnati con il simbolo della spiga sbarrata)


e....

allora ci si alza pressocché presto, non vi dico a che ora lo faccio, altrimenti vi spavento ma, chi mi conosce lo sa, io credo che nel silenzio ci sia qualcosa di particolare, che mi fa svegliare piano piano e dedicarmi del tempo prezioso, che il resto della giornata non mi da....

allora prima di tutto si fanno delle polpettine piccole piccole, ma piccole è!!!! come una nocciolina e se ne fanno tante, da piccolina questo era il mio compito e lo facevo il sabato pomeriggio, in realtà non ero molto felice, perchè impiegavo tanto di quel tempo...
poi si fanno soffriggere il padella, appena pronte si fanno raffreddare, "senza mangiarne troppe... possibilmente, perché sprigionano un profumino niente male, quindi bisogna contenersi,"
AH!!! io le faccio alla Casanovese, ossia metto solo uova di gallina allevate a terra, quelle di color arancione, non se avete presente, difficilissime da trovare... e poi tanto prezzemolo fresco, un pizzico di sale, e del pangrattato...
poi
si devono far bollire le uova e tagliarle a pezzettini, idem la mozzarella di Bufala, si grattugia il formaggio tanto ma tanto, e appena pronto il ragù si può iniziare mettendo in una pirola uno strato di ragù, le sfoglie di lasagne, le uova sbriciolate, la mozzarella a pezzetti, le polpettine, il formaggio e tanto Ragù... poi ancora fino a finire e via in forno per il tempo che riuscite a resistere...

ma questa è cosa seria, perché come diceva il grande Eduardo

'O rraù ca me piace a me
m' 'o faceva sulo mammà.
che m'aggio spusato a te,
ne parlammo pè ne parlà.
Io nun songo difficultuso;
ma luvà mmel' 'a miezo st'uso.

Sì, va buono: cumme vuò tu.
Mò ce avéssem' appiccecà?
Tu che dice? Chist' 'e rraù?
E io m' 'o mmagno pe' m' 'o mangià...
M' 'a faje dicere na parola?...
Chesta è carne c' 'a pummarola.

grazie Giulia per avermi dato la possibilità di parlare come avrei voluto di questo piatto... e partecipo al tuo contest... con un pò di acquolina


11 commenti:

  1. Fantastica la tua versione, segno la ricetta!!! Bellissima la poesia di Eduardo! Baci e buon we

    RispondiElimina
  2. mamma mia tesoroooooooooo!!! mi hai fatto venire una voglia... complimenti, spettacolari...

    RispondiElimina
  3. Mi hai fatto tornare in mente la lasagna di mia mamma, con le polpettine piccoline piccoline.... Io non ho mai avuto la pazienza di imparare né di farle ma questo tuo post mi ha fatto venire una grande nostalgia della mia infanzia e di questo piatto che adoravo letteralmente.... anche mia mamma è campana, ed ho ereditato da lei tante tradizioni culinarie, forse vista la nostalgia è il momento di tirar fuori anche questa :)

    RispondiElimina
  4. mi piace il tuo approccio, e la mozzarella di bufala da mangiare durante la preparazione, proprio come fare io! :)
    grazie per la partecipazione!

    RispondiElimina
  5. Sembra ottima! La proverò!
    Buon weekend

    RispondiElimina
  6. e chi non vorrebbe esserlo..ricette di casa meravigliose

    RispondiElimina
  7. bellissime queste lasagne sud-style! quelle di casa mia sono le classiche con besciamella e ragù, ma io vengo dall'emilia. mi piace scoprire le mille versioni regionali dei piatti nazionali, che poi diventano versioni familiari, ogni casa ha la sua e ognuna è ovviamente, la più buona!

    queste le vorrei provare presto...

    RispondiElimina
  8. Ciaooo

    @Lady: mercy, Eduardo è qualcosa di massima espressione, soprattutto per me che campana di origini e nel cuore....

    @Raffy: con la tua solarità mi fai sempre scappare un sorriso...!!! sei tu spettacolare

    @Anna: in ogni piatto cerco di mettere del mio, sperando che arrivi oltre al gusto, anche qualcosa di più... grazie

    @Juls: è d'obbligo mangiucchiare durante la preparazione dei piatti, se poi ci sono ingredienti come la mozzarella, bè è inevitabile...^.^

    @Andrea: provela te la garantisco...

    @sulemaniche: allora siamo in due...

    @Gaia: ciaooo!!! mi piace "Sud-stydel" rende l'idea...
    provale e vedrai.... ne sarai rapita..!!


    Buona settimanaaaaa

    RispondiElimina
  9. Complimenti! sei in finale! :)

    RispondiElimina
  10. davvero!!! grazie ^.^

    RispondiElimina
  11. Bella carica..yummy! =)

    RispondiElimina

Ciao, mi chiamo Anna e benvenuto sul mio blog, cucino-parlo-fotografo-collaboro, tutto senza glutine...
mi sono trasformata in una mamma-free, pronta a debellare una proteina capricciosa...!!!
collaboro come freelance a diversi progetti legati al food #free...
Se vuoi collaborare con me... visita la pagina Partenes